10 aforismi di Roger Waters

Posted By interessati on Set 6, 2018 |


Roger Waters

Musicista Inglese (Ex Leader dei Pink Floyd)

(6 Settembre 1943)

  • In ogni momento puoi prendere in mano le tue briglie e dirigere la tua sorte. Preparati ad alzarti in piedi e vivi la vita con autenticità.

  • Una persona non diventa Eric Clapton solo perché ha una chitarra Les Paul. Non funziona così.

  • Se assumi LSD quello che provi dipende interamente da chi sei. La nostra musica può precipitarti nell’orrore urlante o gettarti nell’estasi delirante. Più spesso la seconda. Scopriamo che il nostro pubblico adesso smette di ballare. Cerchiamo di averli lì in piedi completamente rapiti, a bocca spalancata.

  • Molti giornalisti ci hanno pesantemente attaccato dicendo che i testi delle nostre canzoni sono letteralmente pessimi. Loro tendono a dimenticare che la maggior parte di coloro che acquistano dischi e che si interessano di musica non vantano tutti lauree in letteratura, e non leggono nemmeno molti libri… E così noi che scriviamo musica. È possibile che alcuni dei miei testi siano banali, perché io non sono nulla di speciale nel comporre.

  • Molti credono che basti usare un sintetizzatore per suonare come i Pink Floyd, ma non è così.

  • Se volete un tema conduttore, eccolo: la vita, a partire dal battito del cuore. Poi si possono aggiungere altre cose, come gli stress, e via dicendo.

  • Il rock and roll sta diventando avidità nascosta sotto forma di intrattenimento, proprio esattamente come la guerra è diventata avidità nascosta sotto forma di politica.

  • La nostra musica può darvi i peggiori incubi, o lanciarvi nell’estasi più affascinante. Solitamente succede questa seconda opzione.

  • Ci accorgiamo che il nostro pubblico smette di ballare: rimangono tutti in piedi, a bocca aperta…in estasi.

  • Quello che è straordinario di lei è che pur avendo scritto tutte quelle canzoni orribili, e pur essendo brutta, tremenda, piatta, per il solo fatto di essere totalmente priva di paura e vergogna e di essere scontata, volgare e scadente, abbia avuto successo.