Aforismi di Vincent Van Gogh


VINCENT VAN GOGH

  1. Prima sogno i miei dipinti, poi dipingo i miei sogni.

  2. Vedo ovunque nella natura, ad esempio negli alberi, capacità d’espressione e, per così dire, un’anima.

  3. Se non hai un cane – almeno uno – non c’è necessariamente qualcosa di sbagliato in te, ma ci può essere qualcosa di sbagliato nella tua vita.

  4. Non soffocare la tua ispirazione e la tua immaginazione, non diventare lo schiavo del tuo modello.

  5. Non posso cambiare il fatto che i miei quadri non vendono. Ma verrà il giorno in cui la gente riconoscerà che valgono più del valore dei colori usati nel quadro.

  6. Così il pennello sta alle mie dita come l’archetto al violino, e assolutamente per mio piacere.

  7. Io penso di vedere qualcosa di più profondo, più infinito, più eterno dell’oceano nell’espressione degli occhi di un bambino piccolo quando si sveglia alla mattina e mormora o ride perché vede il sole splendere sulla sua culla.

  8. I pescatori sanno che il mare è pericoloso e la tempesta terribile, ma non hanno mai trovato questi pericoli, una ragione sufficiente per restare a riva.

  9. Non bisogna giudicare il buon Dio da questo mondo, perché è uno schizzo che gli è venuto male.

  10. Spesso le persone fanno arte, ma non se ne accorgono.