Breaking Bad

Posted By interessati on Lug 3, 2018 |


“I am the danger”

Tutti, almeno una volta nella vita, sentono il bisogno o il desiderio di cambiare qualcosa: c’è chi lo fa cambiando il colore dei capelli, chi cambiando lavoro, chi facendo un viaggio e chi invece decide di diventare il cuoco di metanfetamina migliore di tutti i tempi. Parliamo di Walter White, professore di chimica, con una vita e una famiglia normali. Tutto cambia il giorno del suo 50esimo compleanno, in cui gli viene diagnosticato un cancro ai polmoni, che lo avrebbe ucciso dopo un paio di mesi. Per puro caso rincontra un suo ex alunno, Jesse Pinkman, dedito ormai allo spaccio di droga e così, su due piedi, decide di iniziare un commercio di droga con lui. All’inizio doveva trattarsi di poche produzioni, i quali guadagni avrebbero potuto mantenere la sua famiglia dopo la sua futura morte, ma subito dopo si rende conto di essersi sentito vivo per la prima volta nella sua vita e, da allora, continuerà la sua produzione di metanfetamina insieme a Jesse, formando un vero e proprio impero, di cui lui, Walter White ,o meglio, Heisenberg, diventerà alla fine il capo.

Ma ovviamente ciò accade non senza persone che cercarono di ostacolarlo: il cognato di Walt, Hank, agente della DEA; la moglie Skyler che farà continuamente pressione sul suo comportamento; Gustavo Fring e il suo Pollos Hermanos, il cartello messicano, e anche lo stesso rapporto fra lui e Jesse.

Breaking bad non è solo una serie televisiva: è vita, è passione, è lotta, piacere, dolore, è capolavoro dei capolavori.

Una volta visto farà per sempre parte di noi!