Il giorno prima della felicità – Erri De Luca

Don Gaetano è uomo tuttofare in un grande caseggiato della Napoli popolosa degli anni cinquanta: elettricista, muratore, portiere dei quotidiani inferni del vivere.

Da lui impara il giovane chiamato “Smilzo”, un orfano formicolante di passioni silenziose.

Don Gaetano sa leggere nel pensiero della gente e lo Smilzo lo sa, sa che nel buio o nel fuoco dei suoi sentimenti ci sono emozioni che arrivano nette alla mente del suo maestro e compagno.

Scimmia dalle zampe magre, ha imparato a sfidare i compagni, le altezze dei muri, le grondaie, le finestre – a una finestra in particolare ha continuato a guardare, quella in cui, donna-bambina, è apparso un giorno il fantasma femminile.

Un fantasma che torna più tardi a sfidare la memoria dei sensi, a postulare un amore impossibile.

 

Fotolia_47352464_Subscription_Monthly_XXL.jpg