Un giorno all’improvviso – Clementino

Un giorno all’improvviso…

m’innamorai di te

il cuore mi batteva

non chiedermi perché

di tempo né passato

ma siamo ancora qua

e oggi come allora

difendo la città.

La storia dell’amore per una città, per una squadra un colore!

Con il suo perfetto accento Napoletano, il rappar Clementino canta al mondo intero l’amore che pulsa nel sangue per la sua squadra, IL NAPOLI portando un coro ultras.

Una canzone che rappresenta l’amore dei tifosi in generale, una canzone che parla del vero e sano coro ultras.

Fuck All The Perfect People – Chip Taylor & The New Ukrainians

Una canzone non molto conosciuta, per tanto, ci teniamo a farvela conoscere.

Potrebbe sembrare volgare a primo impatto ma non lo è.

Il compositore riprende la rinomata tragedia di William Shakespeare “To be or not to be…” riprendendo anche la quotidianità delle vite comuni.

Essere o non esseri fa differenza? Libero o non libero? Cantare o non cantare? Fanc**lo queste persone perfette!
Rivede il ruolo di quelle persone che si fanno vedere perfette, qualunque cosa fanno è dannatamente perfetto! Beh, con questa canzone, puoi essere fiero di non esserlo!
Nel video musicale in alcuni momenti si vede un gruppo di amici che, cantando la canzone, bevono una bella birra insieme.

Dite quello che volete ma per me questa è la perfezione! Un buon amico, una buona birra e aff****lo la perfezione dettata dai piani alti!
Clicca qui se vuoi ascoltarla.

Consigli musicale “On The Road”

Siete in gruppo e state camminando verso una meta e non sapete cosa canticchiare? O sei solo e vuoi cercare una compagnia nella musica mentre cammini?

In entrambi i casi questo è il posto giusto!

Qua sotto troverai qualche canzone da poter ascoltare mentre cammini, adatte, a questo stile di vita!

Cominciamo subito con…

1. La strada – Modena City Ramblers , questa non può che essere la prima.
La canzone “on the road” per eccellenza, un gruppo di amici che con un furgone girano il mondo ascoltando le storie degli anziani che trovano da paese in paese, prendendole come oro colato e lezioni di vita.

2. Andiamo in dietro di qualche anno, nei primi anni del ventunesimo secolo esce il singolo Rotolando verso sud – Negrita. Se stai camminando ed hai bisogno di un pò di ritmo DEVI sapere a memoria questa canzone. Tra storie e rivoluzioni questa canzone è piena di contenuti sui quali riflettere lungo il cammino.

3. “Ognuno di noi ha la sua strada da fare, prendi un respito ma poi, tu non smetter di camminare…”, queste parole appartengono alla canzone Il Cammino – Eros Ramazzotti. Possono essere utilizzate in senso letterario per coloro che camminano, ma anche in senso figurato pensando alla vita e alle nostre esperienze passate.

4. Questa canzone, a differenza dlele altre, non capisci sin da subito il ritmo e la forza della canzone, ma dopo qualche strofa ti rendi conto della forza musicale e poetica di quetsa canzone. Walk with me – Bella Thorne la consiglio per i lupi solitari…

Queste sono le canzone che vi consiglio di ascoltare se siete in cammino per un lungo viaggio, che siate in compagnia o da soli, sappiate che la musica non vi abbandonerà mai, per tanto, imparate anche a suonare qualche strumento e lasciate a casa i telefoni. 😉

 

Anime e ghiaccio – Francesco Baldini

Anime e ghiaccio

Anime e ghiaccio
mi trasparono dagli occhi
sta cascando il mondo
ma adesso non piango

Devo essere forte,
mostrare un sorriso
che vada oltre la sorte.

Poi quella vocina, 
roca, 
quasi inesistente,
mi chiama,
“dottore!
quando posso uscire?
quando tornerò  giocare a pallone?”
D’improvviso,
un tumulto di gola mi lacera l’aria
e come un primario lamento
vorrei iniziare ad urlare,
spaccare tutto.

Non posso farlo,
questa è la mia missione,
quegli occhi però 
così ricchi di linfa vitale,
mi guardano
come il cielo con l’acqua del mare.
Devo essere forte.

“Presto, te lo prometto,
presto cambieranno le cose”
gli affero le mani,
quelle mani piccole, 
inermi
ma calde,
“Presto tornerai a giocare a calcio
che ruolo fai?”
gli chiedo.
“Difensore dottore”
Il difensore è un ruolo difficile
ma solo i più forti lo fanno.
“Anche lei è forte dottore
anche lei difende,
difende le persone”.

Come si può immaginare della cattiveria,
se vista, la vita,
dagli occhi di un bambino
e come chi
per lui sceglierebbe
mai il suo destino.

Anime e ghiaccio 
mi trasparono gli occhi
sta cascando il mondo
ma adesso non piango.

Lucio Dalla – Discografia completa

Anno Pubblicazione Album – 1966
Titolo Album – 1999

 

 


Anno Pubblicazione Album – 1970
Titolo Album – Terra Di Gaibola

 


Anno Pubblicazione Album – 1969/1970 (INEDITI)
Titolo Album – Geniale?

 

 


Anno Pubblicazione Album – 1971
Titolo Album – Storie Di Casa Mia

 


Anno Pubblicazione Album – 1973
Titolo Album – Il Giorno Aveva Cinque Teste

 

 


Anno Pubblicazione Album – 1975
Titolo Album – Anidride Solforosa

 


Anno Pubblicazione Album – 1976
Titolo Album – Automobili

 


Anno Pubblicazione Album – 1977
Titolo Album – Come E’ Profondo Il Mare

 


Anno Pubblicazione Album – 1978
Titolo Album – [email protected]

 

 


Anno Pubblicazione Album – 1979 (Pubblicato alla fine del 1978)
Titolo Album – Lucio Dalla

 


Anno Pubblicazione Album – 1979
Titolo Album – Banana Republic

 


Anno Pubblicazione Album – 1980
Titolo Album – Dalla

 


Anno Pubblicazione Album – 1981
Titolo Album – Lucio Dalla (Q DISC)

 


Anno Pubblicazione Album – 1983
Titolo Album – 1983

 


Anno Pubblicazione Album – 1984
Titolo Album – Viaggi Organizzati

 

 


Anno Pubblicazione Album – 1985
Titolo Album – Bugie

 


Anno Pubblicazione Album – 1986
Titolo Album – DallAmeriCaruso

 

 


Anno Pubblicazione Album – 1988
Titolo Album – Dalla/Morandi

 


Anno Pubblicazione Album – 1988
Titolo Album – In Europa

 


Anno Pubblicazione Album – 1990
Titolo Album – Cambio

 


Anno Pubblicazione Album – 1992
Titolo Album – Amen

 


Anno Pubblicazione Album – 1993
Titolo Album – Henna

 


Anno Pubblicazione Album – 1996
Titolo Album – Canzoni

 


Anno Pubblicazione Album – 1999
Titolo Album – Ciao

 


Anno Pubblicazione Album – 2001
Titolo Album – Luna Matana

 


Anno Pubblicazione Album – 2003
Titolo Album – Lucio

13

 


 

Lucio Dalla

Lucio Dalla (Bologna, 4 marzo 1943 – Montreux, 1º marzo 2012) è stato un cantautore italiano. E’ stato uno dei più importanti e innovativi cantautori italiani, considerando la continuità della sua carriera che sfiora i 50 anni di attività artistica.

Musicista di formazione jazz. Alla ricerca costante di nuovi stimoli e orizzonti, si è addentrato con curiosità ed eclettismo in vari generi musicali, collaborando e duettando con molti artisti di fama nazionale e internazionale. 

Valido clarinettista e discreto tastierista, è ostinato il suo disinteresse per la chitarra, come a sottolineare una diversità rispetto al cantautore “classico”, il quale a sua volta ha difficili rapporti col pianoforte che vorrebbe padroneggiare senza riuscirci.

La sua carriera attraversa sostanzialmente quattro grandi periodi: le origini (tra il 1966 e il 1972 con il gruppo musicale “Idoli”), il periodo Roversi (tra il 1973 e il 1976), la maturità artistica (tra il 1977 e il 1993) e la fase degli ultimi anni.

(Nel 1971 partecipa nuovamente al Festival di Sanremo presentando la canzone 4/3/1943, su parole dell’autrice di testi Paola Pallottino, che gli vale il terzo posto assoluto.)

La sua produzione artistica ha attraversato numerose fasi: dalla stagione beat alla sperimentazione ritmica e musicale, fino alla canzone d’autore, arrivando a varcare i confini dell’opera e della musica lirica. È stato un autore conosciuto anche all’estero e alcune sue canzoni sono state tradotte e portate al successo in numerose lingue.

Una costante nella carriera del musicista sono state le partecipazioni e i duetti con numerosi artisti, sia di livello nazionale che internazionale. Eccezion fatta per le notorie tournée degli anni settanta e ottanta con Francesco De Gregori e Gianni Morandi, vengono qui riportate alcune delle sue più importanti collaborazioni: dai duetti con Michel Petrucciani e Ray Charles al primo Pavarotti & Friends, compresa la nuova collaborazione con Morandi per il tour americano. Vengono altresì segnalate le sue partecipazioni ai vari concerti jazz tenuti lungo gli anni ottanta con la Doctor Dixie Jazz Band.

Ricordiamoci anche lo stile poetico del Dalla paroliere, per certi versi antitetico a quello di cantautori “classici” come Guccini, De André, De Gregori e Vecchioni: la sua scrittura ovviamente non ha alcuna pretesa di erudizione o formalismo, gioca a volte con allegria e a volte con inquietudine con la lingua di tutti i giorni, corre sul crinale della libera associazione e delle assonanze.

Nella classifica ufficiale FIMI della settimana successiva alla sua morte, ci sono ben 5 suoi singoli in Top10 e 12 suoi album in Top100, di cui uno (12000 lune) al primo posto.

Vieni A Ballare In Puglia – Caparezza ft. Albano

Vieni a ballare in puglia – Caparezza

La canzone Vieni a ballare in puglia è una critica estesa al proprio paese per contrastare mafia e menefreghismo.

In quel periodo la mafia pugliese dominava cantieri ed edilizia in generale per tanto andare a lavorare “Alla giornata” sarebbe stato molto rischioso proprio perché, indirettamente, si lavorava per la mafia!

Denuncia coste, cantieri e mafia, temi che purtroppo perpetuano la puglia, e in parte anche il resto dell’italia.

E’ un urlo di protesta la sua canzone e la sua voce, una protesta sindacalista, che difende il dipendente sin dal primo secondo fino all’ultimo, sperando come ogni protestante, in un cambiamento che purtroppo non arriverà.

La canzone termina in due parti, la prima dove fa risaltare l’amore per la propria terra dicendo che senza potrebbe morire, ma immediatamente dopo, sostiene che potrebbe morire anche stando nella propria terra, un po contraddittorio ma incredibilmente forte come messaggio…

E subito penso che potrei morire senza te

E subito penso che potrei morire anche con te

…la seconda parte è nel tribunale dove viene condannato e lui, con grande classe da adolescente, risponde come nessuno avrebbe mai potuto fare…Non ora Signor Giudice, sto giocando ai videogames!

Canzoni che rappresentano il rap Italiano

Il rap (o rapping) è una tecnica vocale tipica della musica hip hop, che consiste nell’esecuzione di allitterazioni, assonanze e rime senza melodie su basi ritmiche uniformi, cadenzate e spesso già assemblate e registrate, strumentali o più spesso elettroniche.

Il rap in italia è arrivato circa negli anni 90, e oggi, vi elencheremo alcune canzoni che hanno fatto la storia del rap Italiano.

1990, tra i primi gruppi rap Italiani abbiamo Articolo 31, con il loro primo album pubblicato Strade di città. Sono riusciti a vendere fino a 90.000 copie! Hanno fatto subito successo.

Nel 2003, il grande Michele Salvemini alias Caparezzapubblica la canzone Fuori Dal Tunnel, la quale lo portò al successo. Palesemente tratta il tema della dipendenza per la droga “Sono fuori dal tunnel (della droga) del divertimento”, ma riesce a toccare il tema con semplicità e con un ritmo a tratti lento e a tratti velocissimo!

Siamo nel 2006, Mondo Marcio crea una canzone incredibilmente ricercata dagli Italiani…la canzone che viene caricata è Dentro Alla Scatola. Una canzone ‘familiare’ dove Mondo Marcio si trova a raccontare la vita che ha vissuto da bambino, malinconica e dannatamente realista.

“Mangiavo lucertole aperte da ragazzino”, scommetto qualunque cosa che tutti conoscete questa canzone…Fabri Fibra – Applausi Per Fibra, pubblicata nel 2006, diventa subito pane quotidiano per gli ascoltatori di rap Italiani, con questo singolo è riuscito a vincere ben 4 dischi di platino, e per essere la sua prima canzone non è niente male…

Se conosci qualche altra canzone che rappresenta il rap italiano puoi lasciarla nei commenti!!

Canzoni da ascoltare quando piove

La pioggia, secondo gli scienziati, è un grande evento atmosferico dando vita alle piante e movimento agli oceani…un pensiero ben diverso dal pensiero comune…

Si, mi riferisco a tutte quelle persone che aspettano la pioggia per non piangere da soli…tutte quelle persone che cercano in un celo infinito e bagnato, qualcosa, o qualcuno…

La musica, ci aiuta sempre a pensare, a cercare di capire realmente cosa cerchiamo, pertanto, oggi non vi consiglierò delle semplici canzoni che parlano della pioggia…come Norah Jones Live-I Think It’s Going To Rain Today, bensì canzoni che possano non farvi sentire soli, mentre le strade sono piene di gente che corre e la tua testa piena di pensieri che urlano…

  1. Cade la pioggia – NEGRAMARO

2. Lorenzo Jovanotti – Piove

Piove – Alex Britti

4. Se piove – Max Gazzè

5. Piove – Domenico Modugno

10 canzone da ascoltare se pensi a lei

Stai pensando a lei eh? La vedi da per tutto e non riesci a dimenticarla? Tranquillo, forse non è il momento di dimenticarla, forse è il momento di ricordarla! Scegli una tra queste canzoni, metti un paio di cuffie nelle orecchie e non pensare a nulla…se non a lei…

1.  Charles Aznavour – Lei ( She )

2. Frank Sinatra – My Way

3. Babaman – Lei

4. Umberto Tozzi – Lei

5. Briga – Sei di mattina

6. Coez – La musica non c’è

7. BOOMDABASH – Portami con te

8. BOOMDABASH feat Otto Ohm – L’importante

9. Elvis Costello – She

10. Elvis Presley – Always on my mind

Prodotto da Alessandro Greco | CEO

Up ↑

Sei su interèssati!